venerdì 21 maggio 2010

Sono solo concetti, mischiati fra loro.


Sospiri, sussulti. Pensieri, parole. Desideri, voglie. Emozioni. Parole, parole, parole. No, non è una canzone. Sono solo concetti, mischiati fra loro. Solo sospiri, sussulti, Solo pensieri. Solo desideri e voglie. [..] E scorrono i ricordi, e scorrono le lettere, le pagine, i pianti, le risate, tutte in una volta, in un lampo. Tutto cosi sfuggente.

E se mi chiedeste voi che cosa mi passi per la testa, il perchè di ciò che ho scritto prima, manco saprei rispondere. Il tempo cambia le cose? Nah, siamo noi stessi che le cambiamo. Siamo noi gli artefici delle nostre azioni, del nostro destino.
Mentirei se dicessi che ora sono ricaduta nella tristezza. Perchè non è affatto cosi. Mi tiro sempre su, non mi abbatto mai. Non ne ho voglia.
Ma sono i ricordi, si, sono quelli che mi fottono.

Almeno ho sconfitto una mia debolezza, per mia grande gioia.
L ho abbattuta, l ho distrutta.
E quanto cazzo mi rende felice ciò, non potete proprio immaginarlo.

Finalmente il week end! Fiiinalmente :D
Credetemi, non sono stanca : Di piùùùù !
Mi sta esaurendo questo fine anno scolasticooo :(
Riiicapitolando :
- Domenica sedicenne,
- Lunedì festa,
- La prossima settimana ultimi due compiti in classe e ultima interrogazione eppoi .. VAAAAFFANCULO SCUUUUOOOOLAAA Di CACCAAAA ù_ù

Si, è un bel periodo. Ricco di diverse parole e vari pensieri, però un bel periodo. L ho deciso iooo.

" I told you about strawberry fields, you know the place where nothing is real.
Well here's another place you can go, where everything flows ..
Looking through the bent backed tulips to see how the other half live .
Looking through a glass onion! "
(Glass onion _ The Beatles <3 )

martedì 18 maggio 2010

Ma la vita non ha un telecomando: non puoi decidere di stoppare, cambiare canale o premere play. Devi viverla tutta tutta tutta : )

" Us and them ..
And after all we're only ordinary men.
Me,and you ..
God only knows it's not what we would choose to do.

Forward he cried from the rear,
and the front rank died "
Pink Floyd . Us and them

E' un bel periodo questo, è un bel periodo "difficile": troppi impegni, troppi pensieri per la testa. Però posso dire che il peggio sia passato. Sisi. E' passato solo perchè io ho deciso di farlo passare. Mi sono seduta a tavolino con me stessa e le ho parlato (si, io parlo da sola, ad alta voce). E sapete cosa ho deciso di fare? Di smetterla di deprimermi, di credere cose sbagliate, di farmi il sangue amaro, di piangere, di urlare e sentirmi male. Dopotutto, è stato facilissimo smetterla: è bastata solo la forza di volontà. Mettere da parte certe cose, si, è la cosa migliore da fare. E su cosa contare, fidarsi? Solo su di lui, solo su di lui. Dar fiducia è la cosa più difficile del mondo ma certe persone meritano, la meritano davvero. Lui la merita, me lo ha sempre dimostrato. E anche perchè ora mi sento più leggera. Si, la gelosia non è scomparsa e penso che non se ne andrà mai dal mio "io". Però ora la gestisco, ora la governo. Essì. Sono anche le ultime settimane di scuola, le ultime interrogazioni e gli ultimi compiti, sono stanca, non ho tempo di scervellarmi anche per questo francamente. Ma presto finirà la scuola e sarà finalmente estate. Finalmente, finalmente riposo e svago. :)

Voglia di star bene? La ottengo solo se la desidero. ;)
Essì, Lucia cresce: domenica farà anche sedici anni *__*
Ho organizzato una piccola "festa", solo con gli amici più cari. Essì, è il minimo, dovevo ricambiare molti inviti. Eppoi alla fine mi fa piacere.
Andiamo a studiare vah, e chiudiamo iTunes :( ciao ciao Pink Floyd -.-''

domenica 16 maggio 2010

Prima di dormire, tutti quanti pensiamo a varie cose..

"L'uomo nero è qui perchè ci vuol mangiare, non vedo la forchetta ma il coltello può bastare.. Chiedo scusa mamma se ti ho fatta un pò arrabbiare, ma fai fermare tutto: ho capito la lezione."
Ligabue - Quando mi vieni a prendere.

Una mia amica mi ha detto una cosa sabato pomeriggio, una bella cosa. Una cosa che mi servirà, una cosa che dovrò fare. Una cosa che ho voglia di fare. Una cosa con la quale riuscirò a superare e vincere le mie debolezze. Una cosa difficile ma nello stesso tempo giusta, ottima e migliore. Si, è la volta che non sbaglio più.

E come può una semplice lettera, un semplice file, cambiarti tutte le idee, le tue decisioni.
Il passato? Nella mia testa.. e tanta voglia di farlo diventare presente..

"Ti voglio bene, ti adoro, ti amo" (cit.)
E da qui, si ricomincia.. a credere, a sperare.


sabato 15 maggio 2010

Illusione.

E poi basta un abbraccio per rassicurarti. Coccole, carezze, baci.. E di colpo puff, è tutto passato, come si sta bene qui giù, sulla terra. Ma poi cominci a chiederti: "Si, ma alla fine?". E non trovi la risposta. E ti illudi, pensando: "Forse si, forse si, forse davvero è tutto finito!". Ma no, ma no. E' tutto come prima. Ti rendi conto di essere di nuovo punto e d'accapo. E le redini della situazione non le so prendere, e altre soluzioni non ne trovo. So solo che tutto è nato da uno sbaglio. Da uno mio sbaglio. E il susseguirsi, ovviamente, è costituito da altri sbagli. E' come quando abbottoni la camicia : se sbagli il primo bottone, sbaglierai ad abbottonare anche gli altri. Parole di Fabio Volo.

Ma uno ci prova anche, ma.. ma.. ma che palle, chissà quando finirà tutto ciò.
Consoliamoci ascoltando "Yesterday", vah.

venerdì 14 maggio 2010

Una crisi, una delle tante, ultimamente..


Oggi sono esplosa. Tanto, troppo. Non ho urlato mai cosi tanto. Mi sono sentita proprio male. Ancora ora, non sono in forma, mi sento calda e ho i brividi di freddo. Il mio ragazzo dice che potrebbe essere la febbre. Ma francamente non saprei e se la tenessi me ne infischio. Ho la testa piena. Di cosa? Non lo so. Però so cosa ha scatenato tutto ciò. Penso che tutti ci siamo sentiti dire cose che non ci aspettavamo, che non immaginavamo proprio. E oggi è successo a me, e mi hanno fatto male. Mi hanno uccisa quelle parole. Si, mi sono sentita sola. Come un pò ora. Che confusione, non riesco manco a comporre una frase. Però penso che nei momenti di vita dell'uomo questi siano quelli più significati. Il dolore, l'angoscia, la stanchezza. Le lacrime, il panico. E pensare che un anno fa, il 14 maggio 2009, ero felicemente spensierata e allegra, ero innamorata (come ora, ovvio) e arzilla. Che bei aggettivi, che belli. Mi manca star bene. Mi manca una persona. Si, solo una. Ma non perchè non sia presente. Nono, è qui, sul pianeta terra, nella mia vita. Mi manca però il suo vecchio essere. Questo nuovo, non lo conosco, non mi piace e mi ferisce solo. E non ci credo che sia vero tutto ciò che ho appena scritto.

Sapete, ultimamente ne ho sentite e ne ho passate tante. Ho subito giorni forse pure peggiori di questi ma non ho mai avuto, diciamo, dolori fisici causati da quelli psicologici. Si, perchè se prima quando stavo male, soffrivo solo di mal di pancia, oggi mi ha dovuto calmare a telefono la mia migliore amica per quanto ero agitata. Sono pazza, nervosa. Me lo dicono tutti e ne sono consapevole. Però, cazzo, sto migliorando, ho deciso di farlo. Ma vorrei un aiuto, qualcosa su cui poggiarmi mentre scalo questa montagna tutta da sola. Ma dove sei? Eh? Dove sei quando urlo, chiedo il tuo aiuto? La tua presenza? Il tuo amore? Tu, che dovresti essere sempre e comunque presente?

Forse non capirete bene il filo del discorso, il vero problema qual'è. Però tutto parte da un unico e solo concetto: la gelosia. E poi da lì, ne partono ancora altri. Ancora più complicati. Sono stata e sono ancora penso una persona molto gelosa per mia sfortuna. Si, sfortuna. E tutte quelle cagate "la gelosia fa capire ad una persona quanto si vuole bene, il vero amore" sono false, stupide. Se uno ama il proprio partner, deve avere fiducia in lui e nelle cose che fa. Ma non è manco questo il punto! Odio ciò che fa il partner in una circostanza in cui soffro per via della gelosia. E ora mi riterrete una bambina gelosa ed esagerata. Ma credetemi, credetemi.. E' qualcosa di terribile. Fa più male di un taglio. Vedere che davanti alla nostra disperazione, c'è la passività. La passività assoluta. La strafottenza. Ti senti proprio spiazzata, cazzo. Uccisa, distrutta.

Ma fossero solo questi i problemi! Fossero davvero solo questi. Ovviamente, come ogni adolescente a mio parere, ci sono i litigi con la famiglia. Sempre, ovunque e comunque presenti. Che mi addolorano solo ormai. Lo stress scolastico, classico stress di maggio.
Eppure un anno fa non era cosi, cazzo, non era cosi..
Dicono che il tempo aggiusti le cose da solo. No, a mio parere, se non siamo noi a prendere in mano le redini della situazione, resterà tutto cosi. Anche se io credo che comunque nessuna cosa finisce per sempre. E non parlo solo di cose belle, allegre, dolci. Penso che nei nostri animi, qualunque cosa che viviamo, non termini mai. Perchè ne rimarrà anche un piccolo, sbiadito ricordo. Un qualcosa che spesso ci troveremo tra i piedi.

"Più ti guardi e più mi meraviglio e più ti lascio fare.. [...] Il futuro è tutto da vedere, e tu lo vedi prima.." (Ligabue - Ci sei sempre stata)

E' giunto il momento di aprire il cassetto delle medicine in cucina e buttar giù, senza masticare, un moment: la testa si è andata a farsi fottere.

giovedì 13 maggio 2010

Inizio primo tempo.

"Lord, here comes the flood. We'll say goodbye to flesh and blood, if again the seas are silentin any still alive. It'll be those who gave their island to survive. Drink up, dreamers, you're running dry.." (Peter Gabriel - Here Comes The Flood)


Quanto trovo triste ma nello stesso tempo affascinante questa canzone..
Forse perchè è stata partecipe di molti miei momenti di vita vissuta e.. mi tiene compagnia anche in questo periodaccio.
Che poche ore fa, ho nominato " il peggiore della mia vita ".
E cosi, Lucy in the sky with diamonds è un pò triste.
Un pò? Molto, direi.
E se ci penso, tutto quel che vorrei è solo un abbraccio e una rassicurazione.
Già, quanto la desidero.
E' il primo blog serio serio serio che decido di creare. Sarà il mio diario : )
Spero di migliorarlo avendolo creato solo da poco e avendolo personalizzato pochissimo :asd:
Mi rifarò ;)
Notte Gente!